Gino Paoli, uno dei più noti e apprezzati cantautori italiani, ha compiuto gli 80 anni. Un traguardo ambito, onorato e – sostiene lui – inaspettato. Si, perché Gino Paoli non ama le celebrazioni, ed ha quindi preferito ricordare questo traguardo anagrafico con un aneddoto molto simpatico.

“Mi hanno chiesto di fare da testimone a una convention di geriatri. Mi sono trovato su una cattedra davanti a questi professoroni. Ho detto: praticamente ho bevuto per vent’anni una bottiglia di whisky al giorno, mi sono sparato, fumo come un pazzo, e sto qua. Quindi per me è solo questione di culo. Erano allibiti” – ha esclamato Paoli con una ritrovata ironia.

Se Gino Paoli non ama le celebrazioni, i tantissimi fan del cantautore ligure non sono però d’accordo, e si apprestano – ognuno, a modo suo – a ricordare e festeggiare uno dei monumenti viventi della storia della musica italiana.

Condividi